Dracula Untold – Recensione (cinema)

Recensione di Alessandro Brighenti
venerdì 31 ottobre, Cinedream Faenza
Sala abbastanza piena, praticamente tutti giovani
VOTO 3/5

Prima di partire con la trama, vorrei partire già con un piccolo commento: ritengo questo “Dracula Untold” un interessante esperimento riuscito abbastanza bene tra il più noto mostro horror (il conte Dracula, appunto) e il meno famoso principe di Valacchia (Vlad III tepes, cioè l’impalatore), che nella vicenda sono un tutt’uno che ricordano alla lontanta dr. Jekyll e mr. Hyde.
dracula untold posterSoggettività dello scrivente a parte, nell’Anno Domini 1442, Vlad III riceve l’inattesa visita di Hamza Bey emissario e longa manus del sultano turco Mehmet II. Quest’ultimo, tramite questo bey (titolo nobiliare simile al “sir” inglese), richiede un tributo di 1000 giovani fanciulli valacchi da addestrare alla guerra. L’Impalatore, prima di prendere la decisione definitiva, ottiene un’ udienza privata col sultano nel tentativo, che poi risulterà vano, di annullare questo “devsirme”: Mehmet è irremovibile. Quindi, messa da parte la diplomazia, Vlad uccide Hamza Bey ed i suoi uomini ritornati per la riscossione del tributo, per proteggere il suo popolo e la sua famiglia (anche il figlio di Vlad, Ingeras, sarebbe dovuto partire per la Turchia). Questo atto scatena prevedibilmente la guerra, dove i Valacchi sono subito costretti alla difensiva dall’imponente macchina da guerra ottomana: pertanto il giovane principe rumeno, decide di dar credito ad insistenti leggende che favoleggiano di un mostro tanto antico quanto potente che dovrebbe vivere all’interno di una grotta. Nella disperata speranza che questo essere maledetto possa essere di decisivo aiuto contro l’imminente avanzata nemica, Vlad raggiunge l’antro e vi si inoltra…
L’atmosfera della pellicola è davvero, a mio parere, un mix intrigante tra “filtri” horror, mistero, azione e avventura, che a loro volta sono inseriti con abilità all’interno del film; cast non eccelso, dove però non sfigurano Evans-Vlad e Dance-Mostro, che mantengono un buon ritmo. Le musiche e gli effetti speciali non verranno ricordate a lungo dal pubblico, ma sono comunque riuscite in un contesto in cui la tenebra la fa da padrone.
Ardita, infine la scelta di intitolare un film di Dracula, aggiungendo Untold, cioè non raccontato: se davvero pensavano di raccontare di un Dracula diverso dal mito di Stoker rendendolo uomo veramente esistito (come hanno peraltro fatto), avrebbero dovuto leggere qualche libriccino di storia in più: tra le tante (ed evitabilissime!!!) incongruenze storiche, vi cito solo che Vlad nel 1442, anno da cui la storia prende inizio, aveva 11 anni, mentre nel film ha già moglie e figli ed è un marcantonio che impala gente come se non ci fosse un domani. Ma tant’è: buona visione.

DRACULA UNTOLD
regia: Gary Shore
attori: Luke Evans, Dominic Cooper, Sarah Gadon, Zach McGowan
genere: Fantastico
durata: 92 minuti
produzione:
anno: 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...