Apes Revolution – Recensione (Cinema)

Recensione di Ramsis D. Bentivoglio
Sabato 2 agosto 2014, CineDream, Faenza.
Sala notevolmente piena, nonostante il periodo vacanziero di agosto. Tutti giovani.
VOTO 3/5

È il seguito naturale de L’Alba del Pianeta delle Scimmie del 2011. In questo episodio, ambientato quindici anni dopo gli eventi del precedente, troviamo il mondo sconvolto da un virus sfuggito a studi di laboratorio sui primati che hanno infestato la Terra contaminando la razza umana e decimandola a pochi nuclei superstiti. Le scimmie, evolutesi in comunità semi civilizzate e parlanti, sembra dominino il mondo terracqueo, ma un incontro casuale tra un gruppo di sopravvissuti e le scimmie di Cesare, ora vero leader del gruppo animalesco, scatena un’epica battaglia per la supremazia.

APES REVOLUTION posterQuesto settimo capitolo della serie, escludendo quello di Tim Burton che è quasi un mondo a sé, molto più gotico, riscrive la storia del nostro pianeta, ripercorre le tappe che portarono la Terra a diventare quella della classe dei primati, quasi antropomorfi. Il personaggio di Cesare, lo avevamo già conosciuto nel terzo episodio originale, portato dai suoi genitori scimmieschi alla fine del XX secolo, sopravvissuto alla morte e diventato, nell’arco di vent’anni, capo indiscusso del nuovo mondo, sottomettendo l’uomo e creando un’apparente pace. Il mondo è al collasso e non solo fisicamente, anche la morale e la tecnologia sono ai massimi livelli di mancanza di etica e tutto porterebbe al disastro. Una contaminazione virale sconvolge questo precario equilibrio e instaura una nuova gerarchia di dominanti. Si dice sempre che per costruire bisogna prima distruggere ed è proprio il caso contingente a questo film. Dalle ceneri dell’umanità corrotta e perduta, nasce qualcosa di nuovo, ancora informe, non definitivo, con regole da stabilire, ma che potrebbe edificare un nuovo mondo, con la possibilità di farlo rifiorire in un nuovo e migliore modo.
Cesare, degno erede di un nome altisonante, convive con il potere di sottomettere e con l’animo buono che gli impedisce di uccidere solo perché si è in guerra.
Qui le scimmie sono migliori dell’uomo, hanno atteggiamenti umani e molti aspetti istintivi sono stati sostituiti dal raziocinio e dal buon senso. Ovviamente la parte violenta e primordiale emerge spesso, ma l’autorità del capo modera la violenza fine a se stessa. L’uomo si rivela, salvo eccezioni, inutile e senza personalità, intento a salvaguardare il proprio potere acquisito in migliaia di anni, invece che coltivare, con uno spirito nuovo e diverso, la pace anche col diverso. La fine di un mondo vecchio e obsoleto non dà nessuna spinta etica e positiva per ricrearne uno migliore. L’uomo è recidivo nei suoi comportamenti e la scimmia, sua progenitrice, che dovrebbe essere ad un gradino inferiore nella scala evolutiva, dà un forte insegnamento al parente lontano e senza peli a cui apparteniamo, a volte, nostro malgrado.

Il film non convince completamente, primo perché essendo un episodio di collegamento non ha eventi d’impatto, secondo perché è troppo lungo e lento, terzo perché non riesce ad essere incisivo come il precedente che raccontava, senza banalità, l’origine di tutto. Nonostante questo, è godibile, in previsione, soprattutto, dell’episodio futuro che dovrebbe aprire una breccia, si spera originale, nel mondo de Il pianeta delle scimmie.
Una nota di merito va all’attore Andy Serkis, già visto anche in King Kong e ne Il signore degli anelli nei panni del Gollum di Peter Jackson, davvero immerso nel ruolo e capace di dare espressione umana a Cesare, scimmia antropomorfa per antonomasia, ormai.

APES REVOLUTION
regia: Matt Reeves
attori: Gary Oldman, Kirk Acevedo, Judy Greer, Angela Kerecz, Keri Russell, Andy Serkis, Jason Clarke, Toby Kebbell, Kodi Smit-McPhee, Kevin Rankin.
genere: fantascienza
durata: 130 minuti
produzione: USA
anno: 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...