Le Week-end – Recensione (cinema)

Recensione di Ramsis D. Bentivoglio
Domenica 15 giugno 2014, Cinema Sarti, Faenza.
Sala abbastanza piena, nonostante la gara degli sbandieratori in piazza…!
VOTO 4/5

Leggera, ma non troppo, commedia sulla terza età, sull’amore, sul matrimonio vissuto per tanto tempo e, forse, mai troppo goduto.

le week-endUna coppia di insegnanti inglesi, Meg e Nick, decide di trascorrere un week-end a Parigi, cercando di recuperare il tempo perso e sprecato, congelando la memoria nei bei tempi passati, rivivendo antiche emozioni da sposini in viaggio di nozze nella città più romantica del mondo. Le cose non vanno come previsto, l’hotel prenotato è stato declassato, la vita è più difficoltosa e faticosa a causa dell’età, il figlio ritorna puntualmente a tormentare la pace dei genitori anche a migliaia di chilometri di distanza chiedendo appoggio per la casa, il rapporto d’amore è molto deteriorato, insomma, non un quadro idilliaco.
Quello che doveva essere un week-end di rilassamento diventa una corsa a rimarginare antiche ferite, cose non dette, amori sensuali per troppo tempo accantonati a discapito della routine. Moglie e marito si amano e odiano, litigano e fanno la pace, ma è evidente che il dialogo è difficile e a volte insostenibile.
A movimentare il soggiorno, oltre ad una fuga rocambolesca da un ristorante di pesce inaspettatamente esoso, arriva l’incontro con un vecchio amico di Nick, eclettico-vanitoso-presuntuoso scrittore di fama, fresco di nuova moglie e figlio, che invita la coppia ad una festa a casa sua. La serata si presenta frivola e imbarazzante, soprattutto durante la cena dove emergono alcuni lati nascosti della coppia inglese e le debolezze, mascherate da spavalderia, di Tom, l’anfitrione, interpretato magistralmente, come sempre, da un redivivo Jeff Goldblum che vorremmo sempre di più in ruoli da protagonista. Anche lui, nonostante la vita sfarzosa e l’atteggiamento snob, vive i suoi dolori e i suoi fallimenti, soprattutto con il figlio del precedente matrimonio di cui vorrebbe essere padre degno, ma la cui presenza lo imbarazza non poco.
In questo ambiente Meg e Nick si perdono e si ritrovano, in fondo l’amore, anche se sopito per molto tempo, c’è sempre stato. Nick troppo servile, Meg bisognosa di libido e gioia quotidiana. Significativa la frase di Nick quando gli chiedono se si diverta, rispondendo che quella parola non faccia per lui.
Il film è un gioiellino tipico della tradizione inglese, dove il regista non decide per lo spettatore e gli attori brillano per naturalezza e sentimento. Broadbent e la Duncan recitano come se fossero davvero sposati e questa dona un senso armonioso al film.
Molto significativa è la scena al cimitero dove vita è morte e morte è vita e l’amore, nonostante le lapidi, la fa da padrona.
Felice connubio tra la sceneggiatura e la regia che non sono banali, mielosi e soprattutto non c’è l’happy ending che ci si aspetterebbe.
Precauzioni di visione: sconsigliato a coppie in crisi o disilluse dall’amore.

LE WEEK-END
regia: Roger Michell
attori: Jeff Goldblum, Jim Broadbent, Lindsay Duncan, Olly Alexander, Xavier De Guillebon, Denis Sebbah, Marie-France Alvarez, Brice Beaugier, Sébastien Siroux, Lee Breton Michelsen.
genere: commedia
durata: 93 minuti
produzione: GB
anno: 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...