Transcendence – Recensione (Cinema)

Recensione di Ramsis D. Bentivoglio.
Lunedì 21 aprile 2014, presso il cinema Italia.
Sala quasi vuota.
VOTO 2/5

Niente di nuovo sotto il sole. Questo thriller, camuffato da film di fantascienza con ambizioni ecologiste e antisistema, non riesce a mantenere la coerenza che si era imposto, ossia di mettere in guardia l’uomo dal volersi sostituire a Dio per curare e salvaguardare la razza umana sul pianeta.

transcendence posterDa quando è nata la tecnologia e la fantascienza a lei strettamente legata, ci si è sempre chiesti fino a che punto si poteva far affidamento sulla scienza e se, nella peggiore delle ipotesi, si poteva affidare la nostra vita ed evoluzione ad essa. Questo film tenta di dare una risposta riproponendo vecchi cliché già visti e fatti meglio sia sullo schermo che su carta, e degenerando, dopo una prima ora al limite del credibile ma non totalmente irreale, in situazioni da pura cyber-guerra dove Johnny Depp, protagonista diventato villian per sbaglio o per volontà, si crede Dio. La presunta onnipotenza gli fa sviluppare una rete mondiale di entità intelligenti e quasi immortali per instaurare una nuova umanità, libera da guerre, malattie e inquinanti organici dimenticando di lasciar libera la Natura di seguire il suo corso. Un tentativo abbastanza imbarazzante di migliorare il mondo manipolandolo a suo piacimento, mettendo le basi, inevitabilmente, ad una dittatura iper-tecnologica.

L’unico motivo per andare a vedere questo film è il cast, su tutti la bella e sempre brava, finalmente anche sfruttata da Hollywood, Rebecca Hall che domina buona parte del film, sovrastando anche Depp che, in questi ruoli, non riesce ad esprimersi al meglio, lui che con l’espressività e l’eclettismo burtoniano ha rivoluzionato un genere, quale il fantasy e l’horror-gotico. Se la cavano anche Bettany e Freeman. Rimane la delusione per quella che poteva essere una buona idea, mettendo meno carne al fuoco e concentrandosi su aspetti meno spettacolari, ma più etici e morali, indagando se l’uomo sia pronto a farsi affiancare dalle macchine senza perdere la propria interiorità ed umanità.

Una cosa positiva è il finale pessimista che salva il salvabile, anche se ricorda tanto Terminator.

TRANSCENDENCE
regia: Wally Pfister
attori: Johnny Depp, Kate Mara, Morgan Freeman, Rebecca Hall, Cillian Murphy, Paul Bettany, Clifton Collins Jr., Cole Hauser, Josh Stewart, Cory Hardrict
genere: fantascienza
durata: 119 minuti
produzione: USA
anno: 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...