Agost 1958 – Recensione

Compagnia: Filodrammatica Berton
Faenza, Teatro Masini 31/12/13 (altre repliche nei giorni 11, 12, 17, 18, 19 gennaio a Faenza presso il Teatro dei Filodrammatici).
Trovate maggiori informazioni sulla pagina dedicata allo spettacolo sul sito della Filodrammatica, che potete raggiungere cliccando qui o sulla foto sotto.

2014.0107 berton agost 1958Vi piace il dialettale? Volete ridere? Avete voglia di essere calati nell’atmosfera particolare della campagna romagnola alla fine degli anni ’50?
Se la risposta alle domande precedenti è sì, allora “Agost 1958” è lo spettacolo che fa per voi.
Nonostante sia piuttosto lungo, il tempo passa velocemente e si ride volentieri insieme ai personaggi, immedesimandosi in essi e stupendosi di quanto sia cambiato il mondo nel quale vivono. Agost 1958 personalmente mi ha colpito soprattutto per l’atmosfera che in ogni momento aleggia sul palco: un’atmosfera che sa di vero, che convince, che mi ha ricordato le storie di vita vera che mi sono state raccontate da chi quegli anni li ha davvero vissuti.
Per tutto il resto, il nome Berton è una garanzia. Bravi attori, bei costumi, mai un’attimo di pausa o un’incertezza.
A voler essere pignoli, forse il finale è un pò veloce, la storia ci lascia quasi all’improvviso e noi vorremmo sapere di più su come continuerà la vita dei personaggi, ma pazienza.
Si esce dal teatro soddisfatti della bella serata e sorridenti dopo le tante risate e questo è ciò che conta.

TRAMA
Nell’agosto del 1958 in molte famiglie della Romagna avvenne un terremoto. Il commendator Giuffrè smise di pagare i tassi impossibili dei soldi che molte di loro gli avevano dato da amministrare e non restituì, naturalmente, nemmeno il capitale.
Ma erano anche gli anni nei quali la collina si spopolava, la televisione si imponeva con Lascia o raddoppia, l’anno di Baldini campione del mondo, l’anno di “Volare”…
Tentiamo con questa storia ambientata sulla nostra collina di far riassaggiare il sapore di quegli anni a chi li ha vissuti e raccontarli a chi ne ha solo sentito parlare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...